Se non riesci a visualizzare correttamente questo messaggio di posta elettronica clicca qui

Newsletter n. 7 - 15/21 febbraio 2011

  STAMPA

 

Il Sole24Ore.com

Professioni e Imprese24

Lex24

Guida al Diritto

Ventiquattrore Avvocato

Avvocati24

Praticanti24

Il Merito on line

Dps on line

Società24

Gentile Abbonato, Le ricordiamo che la Newsletter di Lex24 & Guida al Diritto è riservata agli abbonati
della Rivista e/o della Banca Dati. Per abbonarsi ad entrambi i prodotti giuridici
clicchi qui.

La documentazione integrale della Newsletter è disponibile in PDF dal tasto STAMPA.

a cura di GUIDA AL DIRITTO

www.guidaaldiritto.ilsole24ore.com

IN QUESTO NUMERO

LE SENTENZE DEL GIORNO

PRIMO PIANO

ANNO GIUDIZIARIO 2011
Con l'utilizzo di metodi alternativi sui ricorsi al Tar la giustizia amministrativa sogna l’uscita dalla crisi

DI MARCELLO CLARICH -
Ordinario di Diritto amministrativo presso l’Università "Luiss-Guido Carli" di Roma

Quest'anno la giustizia amministrativa celebra ben tre ricorrenze
...>>

SANZIONI
Anche una pattuglia in transito può multare la guida senza auricolare
Corte di cassazione - Sezione II civile - Sentenza 21 febbraio 2011 n. 4219
 
...>>

APPROPRIAZIONE INDEBITA
Il rifiuto di restituire il corredo fa scattare il reato
Corte di cassazione - Sezione II - Sentenza 10 dicembre 2010-21 febbraio 2011 n. 6438
...>>

MEDIAZIONE & FORMAZIONE
L'Oua annuncia lo sciopero Formazione: i numeri del Cnf
di Patrizia Maciocchi

Avvocati in ordine sparso verso l'appuntamento con la mediazione. Se da una parte l'Organismo unitario dell'avvocatura annuncia una settimana di sciopero, dal 16 al 22 marzo prossimo, dall'altra gli Ordini incontrano "informalmente" i tecnici di Via Arenula e, pur suggerendo gli opportuni correttivi alle norme che saranno in vigore dal 20 marzo, non sembrano intenzionati a negare una collaborazione per far partire una riforma che presenta comunque più di un'incognita ...>>

Sommario di Guida al Diritto n. 9 - 26 Febbraio 2011

a cura di Lex24      

 www.lex24.ilsole24ore.com

CIRCOLAZIONE STRADALE E CODICE DELLA STRADA
Pa senza discrezionalità assoluta sulla posizione degli autovelox fissi
Guida al Diritto - LE SENTENZE DEL GIORNO

Corte di cassazione - Sezione II civile - Sentenza 15 febbraio 2011 n. 3701
L'automobilista che ha preso una multa può impugnare la sanzione contestando il posizionamento dell'autovelox fisso. Questa scelta, infatti, non rientra nell'ambito dell'attività discrezionale della pubblica amministrazione ma deve avvenire nel pieno rispetto dei parametri contenuti nel Codice della strada.
Lo ha affermato la seconda sezione civile della Cassazione con la sentenza 3701/2011 che ha accolto il ricorso di un automobilista multato per eccesso di velocità da un autovelox fisso. Secondo il trasgressore la via non aveva i requisiti per essere definita "strada urbana di scorrimento" con la conseguenza che la sanzione doveva essere annullata. Il tribunale ha respinto la domanda affermando che far rientrare una strada tra quelle urbane di scorrimento rappresenta una questione di discrezionalità tecnica riservata agli organi della Pa. La Cassazione, però, ha rovesciato il verdetto affermando che esula dalla discrezionalità amministrativa l'inclusione di una strada nell'elenco contenuto nel decreto del Prefetto e che, di conseguenza, il giudice può valutare che si stata rispettata la normativa.

IL TESTO DELLA SENTENZA

>> Contestazione differita (Infrazioni amministrative)
Circolazione stradale e RCAuto - Percorso Operativo di Lex24
a cura di Ciaccafava Federico , Scavonetto Luciano


>> La data sbagliata dell'autovelox rende annullabile la multa
Il Sole 24 Ore, Norme e Tributi, 10 giugno 2010 - Pagina 35

>> Contestazione immediata e notificazione del verbale di infrazione
De Feo Nicola Fabio, Ventiquattrore Avvocato, 1 aprile 2010, N. 4 - Pagina 79


VIOLAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI ASSISTENZA FAMILIARE
Il coniuge separato non può autoridurre l'assegno di mantenimento
Guida al Diritto - LE SENTENZE DEL GIORNO

Corte di cassazione - Sezione VI - Sentenza 14 dicembre 2010-15 febbraio 2011 n. 5752
Il coniuge separato non può decidere autonomamente di ridurre l'assegno che versa all'ex. La Corte di cassazione, con la sentenza 5752 specifica che, soltanto la comprovata incapacità di far fronte all'impegno, consente di diminuire l'importo di quanto dovuto. Incorre dunque nel reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare chi, in assenza di una prova di indigenza o di impossibilità a rispettare la cifra pattuita, trasgredisce quanto stabilito dal giudice in sede di separazione, grazie a un confronto fra le parti e nell'interesse del minore.

IL TESTO DELLA SENTENZA

>> Rimborso delle spese fin dalla nascita del figlio per il genitore naturale che lo ha mantenuto da solo
Fiorini Marcella, Guida al Diritto, 19 febbraio 2011, N. 8 - Pagina 82

>> Necessaria per definire l'ammontare dell'assegnola produzione del Cud nella causa di separazione
Giunta Donatella, Guida al Diritto, 8 gennaio 2011, N. 2 - Pagina 105

>> Alle parti deve essere consentito rivedere in ogni tempo le condizioni fissate nell'accordo
Fiorini Marcella, Famiglia e Minori, 1 gennaio 2011, N. 1 - Pagina 31


DIFFAMAZIONE
Forza Nuova si può definire razzista e fascista
Guida al Diritto - LE SENTENZE DEL GIORNO

Corte di cassazione - Sezione V - Sentenza 28 ottobre 2010-10 febbraio 2011 n. 4938
La Corte di cassazione conferma l'assoluzione, dal reato di diffamazione, del giornalista del Corriere della sera Paolo Brogi e del direttore responsabile Paolo Mieli, querelati dal segretario di Forza Nuova Roberto Fiore. A scatenare le ire di Fiore era stato un articolo in cui la formazione di estrema destra veniva definita, dall'allora vice presidente della provincia di Roma Nando Simeone, portatrice di valori come la "xenofobia, il razzismo, la violenza e l'antisemitismo". Nell'articolo incriminato - scritto in occasione del corteo di Forza Nuova a piazza Mazzini a Roma - Simeone dichiarava non tollerabile che "a organizzazioni chiaramente fasciste" fossero concessi spazi politici e di espressione. Espressioni legittime secondo la cassazione che rientrano in un legittimo esercizio del diritto di critica politica. Altrettanto lecito, per gli ermellini, il comportamento del giornalista che, esercitando il suo diritto di cronaca, le ha riportate. I giudici ricordano, infatti, di aver riconosciuto l'esimente del diritto di critica storica e politica quando la stessa associazione era stata bollata come "neofascista e neonazista". Definizioni - conclude il collegio - che alla luce dei dati storici e dell'assetto normativo vigente durante il ventennio fascista , in particolare delle leggi razziali, non possono essere considerate lontane dalla verità.

IL TESTO DELLA SENTENZA

DA REPERTORIO24/I precedenti in aula

>> I confini della cronaca giudiziaria

>> Il diritto all'onore ed alla reputazione non prevale sul diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero


>> La verità putativa non sussiste per la mera verosimiglianza dei fatti narrati


BENI DEMANIALI
Beni pubblici con flessibilità

Negri Giovanni, Il Sole 24 Ore, Norme e Tributi, 17 febbraio 2011 - Pagina 31

Bene pubblico anche senza proprietà dello Stato. Flessibilità nell'attribuzione dei beni al demanio. Impegno dello Stato a una governance che renda effettive le varie forme di godimento e di uso pubblico. La Cassazione, nella sentenza delle Sezioni unite civile n. 3811 depositata ieri (18 febbraio ndr.), fa il punto sulla natura e le condizioni dei beni da considerare di rilevanza pubblica.
E lo fa risolvendo una causa che aveva visto una società a responsabilità limitata che ha costruito un complesso edilizio nella laguna di Venezia all'amministrazione pubblica. Le Sezioni unite hanno concluso per la natura pubblica della valli di pesca in comunicazione per parte dell'anno con il mare aperto.
La Cassazione ricostruisce il tessuto normativo che conduce alla determinazione del bene pubblico, sottolineando innanzitutto che il riferimento del Codice civile è ormai del tutto insufficiente: va infatti integrato con le misure successive alle disposizioni del 1942, a partire da quelle costituzionali. E qui vengono in primo piano norme come quelle dell'articolo 9 della Costituzione sulla tutela del paesaggio oppure come l'articolo 42 sul riconoscimento dell'esistenza di una duplice forma di proprietà
...>>

IL TESTO DELLA SENTENZA

>> AMBIENTE
- Ambiente e diritti della personalità.
- La legittimazione ad agire a tutela dell'ambiente.
di Paola Di Stefano, Responsabilità civile - Percorso operativo di Lex24 a cura di Patti Salvatore


RESPONSABILITA' PROFESSIONALE
Professionisti senza colpe sui conti
Iorio Antonio , Falcone Francesco, Il Sole 24 Ore, Norme e Tributi, 15 febbraio 2011 - Pagina 31

L'impresa non può addossare la responsabilità dell'irregolare tenuta delle scritture contabili sul commercialista che le tiene. A chiarirlo è la Corte di cassazione con l'ordinanza 3651 depositata il 14 febbraio 2011.
Nei confronti di una società, operante nella commercializzazione dell'oro, era stato effettuato un accertamento induttivo sul presupposto dell'inattendibilità delle scritture contabili. Mentre la commissione provinciale aveva respinto il ricorso, i giudici di appello lo avevano accolto, evidenziando, sostanzialmente, che la contabilità non poteva ritenersi inattendibile in quanto, trattandosi di commercio di oro, esso avveniva nella massima trasparenza sotto la vigilanza dell'Ufficio italiano cambi. Era stato, inoltre, precisato che, ai fini sanzionatori, le eventuali irregolarità contabili erano da imputare al commercialista dato che presso il suo studio era tenuta l'intera contabilità
...>>

IL TESTO DELLA SENTENZA

>> Responsabilità professionale - Commercialista
di Serra Francesca, Responsabilità civile - Percorso operativo a cura di Patti Salvatore

_____________________

E' responsabilità del medico informare il paziente sulle carenze della struttura sanitaria
A cura di Lex24


Corte di Cassazione, III sez. civile, sentenza 17 febbraio 2011, n. 3847
L'obbligo informativo circa i limiti di equipaggiamento o di organizzazione della struttura sanitaria grava anche sul medico - convenzionato o non con la causa di cura, dipendente o non della stessa - che abbia concluso - in sede privata - con la paziente un contratto di assistenza al parto presso la casa di cura ove si è convenuto per il ricovero in vista della prestazione sanitaria stessa. E cio' non solo per la natura "trilaterale" del contratto, ma anche in ragione degli obblighi di protezione che, nei confronti della paziente e dei terzi che con la stessa siano in particolare relazioni come ad esempio l'altro genitore ed il neonato, derivano da un contratto che abbia ad oggetto tale tipo di prestazione.
Ne consegue dunque che, in caso di violazione dell'obbligo informativo, ove sia sostenibile che il paziente non si sarebbe avvalso di quella struttura se fosse stato adeguatamente informato delle conseguenze derivate dalle carenze organizzative o di equipaggiamento della struttura risponde anche il medico con il quale il paziente ha instaurato un rapporto di natura privatistica.

IL TESTO DELLA SENTENZA

>> Responsabilità professionale - Medico
di Rapisarda Gilberto, Responsabilità civile - Percorso operativo a cura di Patti Salvatore


PUBBLICO IMPIEGO
Permessi studio retribuiti ai dipendenti a tempo determinato
Guida al Diritto - LE SENTENZE DEL GIORNO

Corte di cassazione - Sezione Lavoro - Sentenza 17 febbraio 2011 n. 3871
Il diritto a usufruire di permessi retribuiti per motivi di studio per i dipendenti con contratto a tempo indeterminato «non esclude che i medesimi permessi debbano essere concessi a dipendenti assunti a tempo determinato, sempre che non vi sia un'obiettiva incompatibilità in relazione alla natura del singolo contratto a termine». Attraverso «un'interpretazione coerente con il il principio di non discriminazione dei lavoratori a tempo determinato», i giudici della Sezione Lavoro della Cassazione hanno respinto nella sentenza n. 3871/2011 il ricorso promosso dal ministero della Giustizia avverso la sentenza della Corte d'appello di Trento con cui si affermava che la disposizione contrattuale con cui si prevedevano permessi studio per i dipendenti a tempo indeterminato non poteva essere interpretata «nel senso di escludere - scrivono gli ermellini - i lavoratori assunti a tempo determinato» perché in contrasto con la direttiva Ce n. 70/1999 e il relativo decreto di recepimento (Dlgs n. 368/2001).

IL TESTO DELLA SENTENZA


IN BREVE

>> BIOTESTAMENTO: Oggi in commissione giustizia

>> BILANCIO DI PREVISIONE: Sulla Gazzetta ufficiale i dati 2011 per la giustizia amministrativa

>> NOTAI: Errata corrige per il Regolamento sulla formazione permanente

>> CREDITO AL CONSUMO: Pubblicate in "Gazzetta" le istruzioni della Banca d'Italia

>> CASSA FORENSE: Operativa la nuova polizza sanitaria per i legali

Gli approfondimenti di Lex24

Nuovo!
Il nuovo regolamento
dei contratti pubblici/
Dpr 207-2010
Collegato lavoro/L. 183-2010
Codice della strada/L. 120-2010
Processo Amministrativo/Dlgs 104-2010
Processo Tributario
Mediazione/Dlgs 28-2010
L'approfondimento multimediale
UN CASO PRATICO
Responsabilità da reato degli enti
Dlgs 231-2001
Processo Civile/Legge  69-2009
Pacchetto Sicurezza/Legge 94-2009

DA REPERTORIO24  

Corte di Cassazione Sezione Lavoro Civile - Sentenza del 10 febbraio 2011, n. 3237
Lavoro - conciliazione - verbale - mancanza firma contestuale del sindacato.

Corte di Cassazione Sezione 6 Penale - Sentenza del 15 febbraio 2011, n. 5752
Assistenza familiare - obblighi - violazione.

Corte di Cassazione Sezione 5 Penale - Sentenza del 10 febbraio 2011, n. 4938
Reati contro la persona - Delitti contro l'onore - Diritto di critica storica e politica - Razzista e nazista - Esponente fascista - Diffamazione - Reato - Esclusione

Corte Costituzionale - Sentenza del 11 febbraio 2011, n. 46
Servizio postale - postacelere - ritardato recapito - risarcimento integrale.

Consiglio di Stato Sezione 5 - Sentenza del 8 febbraio 2011, n. 841
Oneri di urbanizzazione - mancato pagamento - fideiussione - sanzione.

Consiglio di Stato Sezione 5 - Sentenza del 8 febbraio 2011, n. 841
Oneri di urbanizzazione; contratto di garanzia autonoma; adempimento del garante a prima richiesta; necessità dell'inadempimento dell'obbligazione principale; divieto per il garante di chiedere la preventiva escussione del debitore principale; diligenza ex art. 1227 c.c.; finalità dell'istituto della fideiussione; obbligazioni pecuniarie con fissazione del termine; facoltà del creditore di attivare la solidale responsabilità del fideiussore.

Consiglio di Stato Sezione 6 - Sentenza del 16 febbraio 2010, n. 842
Contratti della P.A. - Gara - Consorzio ordinario - Esclusione.

Giudice di Pace Palermo Sezione 8 Civile - Sentenza del 11 febbraio 2011
Circolazione stradale - danno subito da terzo trasportato - risarcimento - caso fortuito.

Tribunale Pisa Penale - Sentenza del 28 gennaio 2011, n. 2980
Circolazione stradale - guida in stato di ebrezza - sequestro penale - revoca.

Tribunale Amministrativo Regionale Basilicata - Potenza Sezione 1 - Sentenza del 14 febbraio 2011, n. 82
Edilizia ed urbanistica - edilizia residenziale pubblica - assegnazione alloggio - revoca - competenza.

Tribunale Amministrativo Regionale Basilicata - Potenza Sezione 1 - Sentenza del 14 febbraio 2011, n. 82
Edilizia ed urbanistica - edilizia residenziale pubblica - assegnazione alloggio - decadenza - controversia - giurisdizione - giudice amministrativo.

Tribunale Amministrativo Regionale Basilicata - Potenza Sezione 1 - Sentenza del 14 febbraio 2011, n. 82
Giurisdizione del giudice amministrativo - concessione di alloggi di residenza pubblica - ordinanza sindacale di revoca della concessione - impugnativa - eccezione del difetto di giurisdizione del giudice amministrativo - controversie appartenenti al predetto giudice in ossequio all'art. 5 della l. N. 1034 del 1971 e all'art. 133, comma 1, lett. B) c.p.a. - infondatezza

vai alla rassegna>> 
 


Gazzetta ufficiale
 


Il fotovoltaico nell'ordinamento italiano
 


E-Learning

In Lex24&Repertorio24
l’E-Learning, un servizio per la formazione permanente dell’avvocato, accreditata
dal Consiglio Nazionale Forense.

Per maggiori informazioni clicca qui



FORMAZIONE 24 ORE

Master di specializzazione in
APPALTI PUBBLICI

MILANO, DAL 25 MARZO 2011 - 2a edizione

Master di specializzazione in
AVVOCATO D'AFFARI

ROMA, DAL 25 MARZO 2011 - 3a edizione


OPPORTUNITÀ di CARRIERA 

 

 

ASSOCIATE DIPARTIMENTO LITIGATION

 

PROFESSIONISTA DIPARTIMENTO
CONTENZIOSO

 

SENIOR ASSOCIATE M&A ENERGY

________________________
 

 

FOOTPRINTLEGAL
SPECIALIST LEGAL RECRUITMENT

Le nuove offerte

 

________________________

 



SHILTON SHARPE QUARRY

 


NOVITÀ
 

É nata Pagin@24, la libreria digitale
del Gruppo 24 ORE
.

Il nuovo e-Book store all'interno
del quale si possono scegliere e acquistare in formato digitale le ultime pubblicazioni in materia di diritto.

 


AVVOCATI24



Avvocato del giorno: Paolo Bernasconi, partner dello Studio legale e notarile Bernasconi Martinelli Alippi & Partners ...>>



Guida alla programmazione
del mese per scoprire le novità giuridiche più significative e gli approfondimenti più interessanti pubblicati in Lex24


Il tema del mese 
"Contratti Pubblici"
 



 



Penale - Delitti a mezzo stampa

Le fonti informative nel delitto di diffamazione a mezzo stampa
di Scodnik Nicola

Come noto, il potere-dovere di raccontare accadimenti reali per mezzo della stampa, in considerazione del loro interesse per la generalità' dei consociati, essenziale estrinsecazione del diritto di libertà
...>>

PROFESSIONI e IMPRESE24

DIRITTO FALLIMENTARE

L'intervento dei terzi nel giudizio pre-fallimentare: una decisione condivisibile, con riserva
di Rosario Di Legami

Il Collegio in sede di verifica pre-fallimentare si è trovato ad esaminare due interventi fondati su diversi presupposti. Nel primo, il terzo creditore - rappresentato da un istituto di credito - agiva in via surrogatoria ex art. 2939 c.c.
...>>

Le ricordiamo di salvare il nostro indirizzo email (redazione.lex24.ilsole24ore.com) nella Sua lista contatti. Questo assicurerà il corretto recapito delle nostre comunicazioni nella Sua cartella di posta in entrata. 

Per non ricevere più questa newsletter usa questo link
© Copyright Il Sole 24 Ore - Tutti i diritti riservati